15 Regole Per Una Newsletter Di Successo

Non so se è la stessa cosa anche per te ma la prima cosa che faccio quando accedo il pc e mi collego ad internet e quella di leggere la posta elettronica. Ormai per molti è diventata quasi più importante della posta tradizionale ed è normale che più andiamo avanti e più sarà cosi.

Per questo motivo l’email è uno dei mezzi più potenti per dialogare con i visitatori del tuo sito, gli acquirenti e i potenziali clienti.

In questo articolo elencherò le prime 7 regole che si possono utilizzare quotidianamente nelle attività di e-mail marketing. queste regole porteranno ad indubbi risultati in termini di contatti, iscrizioni o anche ordini.

1. Anticipa i Filtri AntiSpam Dei Provider

La maggior parte dei provider email come yahoo e msn attualmente usa meccanismi di protezione anti spam rigorosi e complessi. Questi bloccano i messaggi non richiesti, spesso ancor prima che questi raggiungano le caselle dei destinatari. I filtri AntiSpam fanno una valutazione della pertinenza del messaggio, e secondo criteri prestabiliti, assegnano un punteggio al messaggio di solito va da 1 a 5, se supera questo limite vengono contrassegnati come SPAM. I destinatari poi potranno decidere di aprire comunque questi messaggi, ma statisticamente oltre il 90% dei messaggi contrassegnati come SPAM verranno cestinati senza essere nemmeno letti!

2. Massimizza il Click-Trough rate

Questo argomento è molto delicato molti guru consigliano di usare messaggi in html perché più di impatto dalla mia esperienza per massimizzare la possibilità del click da parte del lettore ti consiglio sempre e solo di usare il formato testo preformattato e inserire semplicemente il link e mai banner bottoni. Considera anche il fatto che un messaggio visuale o html potrebbe essere letto o visto in maniera differente a seconda del browser che il ricevente usa…un altro motivo per evitarlo!

3. Personalizza Le Tue Email

Quando scirivi un email o una newsletter rivolgiti ai tuoi lettori usando il loro nome (quello che hanno inserito quando hanno compilato il form di iscrizione) puoi automatizzare questo processo in base a dei codici preimpostati dagli autoresponder e quindi non dovrai cambiare il nome ad ogni email ma semplicemente scrivere il tuo messaggio e inserire ad esempio la stringa [[firstaname– quando deciderai di inserire il nome del tuo lettore! RICORDA la stringa varia da autoresponder ad autoresponder quindi informati bene

4. Rimozione con un click

Se vuoi che la tua lista cresca, avrai bisogno di 2 cose: una doppia procedura opt-in e una semplicissima procedura di opt-out. Secondo le norme europee è obbligatorio fornire il link per la rimozione della lista. Questo link dovrà portare ad una pagina – cortese – da dove l’utente deve essere in grado di rimuoversi con un clcik dalla tua mailing list. Di solito la si trova alla fine di ogni email con il testo “unubscibe”

5. Conferma della sottoscrizione

Non rischiare di essere accusato di spam. Usa sempre una procedura opt-in composta da due fasi. Dopo di aver lasciato il suo indirizzo e-mail, l’utente sottoscritto deve ricevere un messaggio di verifica e di conferma che dovrà aprire da un suo personale indirizzo email. In questo e-mail ci deve essere un link che porta ad una pagina di ritorno al tuo software email-marketing, tramite la quale si verifica che la casella sia dell’utente giusta.Se non viene confermata l’iscritto non sarà confermato. Solo in questa fase, dopo la conferma, l’indirizzo e-mail sarà inserito nel database della mailing list.

6. Martedì / Mercoledì = più risposte

Alcuni studi hanno mostrato che i giorni migliori per l’invio dei messaggi alla lista sono il Martedì e Mercoledì. Sono questi i giorni nei quali c’è la maggiore recettività e disponibilità di comunicazione, quindi di vendite. Questo perché sono giorni che si trovano al centro della settimana e quindi non dovrebbero essere ne troppo stressanti come il lunedì (subito dopo il giorno di riposo) o il giovedi e venerdi (subito prima i giorni di riposo)

Nei giorni di Lunedì tutti sono ancora a riprendersi dal weekend, e tutti hanno maggior quantità di lavoro ordinario da svolgere. Giovedì e Venerdì sono già con il pensiero al weekend. Anche noi abbiamo osservato che la risposta migliore arriva Mercoledì, dopo pranzo. Puoi temporizzare l’invio dei messaggi durante l’ora di pranzo, quando c’è anche meno traffico abituale, in modo tale da consegnare il materiale da leggere subito dopo il ritorno dalla pausa pranzo.

vuoi sapere gli altri 7 consigli? Clicca qui! 😉

è doveroso annotare che per la stesura di questo post ho preso spunto dal sito tuttowebmaster.eu

15 Regole Per Una Newsletter Di Successoultima modifica: 2010-05-20T08:16:00+00:00da giovy252
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento